AVVISO IMPORTANTE!

Questo post – che in realtà è un avviso – è dedicato a tutti quelli che mi seguivano a questo indirizzo web… HABEMUS NOVUM SITUM!

Finalmente dopo aver sudato le famose sette camicie (forse pure qualcuna di più), dopo momenti di sconforto esistenziale perché per installare Temi, Mail, Newsletter, Plug-in, Aggiornamenti pare si debba essere hacker ai livelli di Anonymous (non credete – se siete abbastanza basici come me, ovviamente – quando vi dicono: basta un solo click!… ma quando mai!!!!) il nuovo sito è on-line.

Rinnovato nella grafica, spero vi piaccia per la sua linearità e immediatezza visiva: sarà aggiornato costantemente con nuovi contenuti:

  • parleremo della mia grande passione: i Libri
  • ci saranno le mie solite riflessioni sulla quotidianità, esperienze ecc.
  • parleremo di mete imperdibili e appunti di viaggio
  • ci saranno le sezioni dedicate al Cibo e alla Bellezza

Vi aspetto tutti su eleonoradellagatta.it

Nemmeno io mi conosco così bene

Oggi voglio parlare di quelle persone che ti hanno frequentata per un breve periodo di tempo e nonostante ciò hanno la presunzione di conoscere ogni anfratto della tua interiorità dando per scontato cose assurde e mostrando convinzioni che non si sa da dove arrivino… ma se nemmeno io mi conosco così bene! Continua a leggere

Ho 38 anni e non li sento

Questo post nasce come una sorta di corollario a un post che ho pubblicato tempo fa: ho 38 anni e non li dimostro.

Be’, non solo ho 38 anni e non li dimostro, ma non li sento nemmeno.

Che poi che vuol dire avere 38 anni, cosa implica di preciso? Continua a leggere

Gomme da masticare e ascelle pelose

Qualche giorno fa, in sala d’attesa dal dentista, stavo leggendo un articolo sulle fobie più comuni, stilato da una serie di autorevoli psichiatri che, dopo anni e anni di esperienza sul campo, hanno fatto una sorta di classifica. Continua a leggere

Mors Omnia Solvit

Tempo fa mi era venuto lo schiribizzo di partecipare a un concorso, si trattava di racconti brevi di genere: giallo oppure thriller.

In quell’occasione scrissi la storia del commissario Lo Falco, la lessi e la rilessi e non partecipai al concorso. Perché? Forse insicurezza, magari un pizzico di pigrizia e una costante ricerca di “perfezione”.

Lo Falco mi piaceva, la sua indagine e il suo cattivo anche, ma c’era qualcosa che non mi convinceva fino in fondo.

Oggi ho deciso di condividere questa storia con voi che mi  leggete, magari vi potrà tenere compagnia mentre siete in treno, in sala d’attesa dal dentista, in fila alle poste.

Io ve la dono, con la speranza che vi intrattenga e vi piaccia.

Ve la lascio qui a mo’ di post, ma potete anche scaricare il PDF alla fine della pagina.

No mi resta che augurarvi buona lettura e, se vorrete, scrivetemi le vostre impressioni su quello che avete letto (Sulla pagina Facebook, con un messaggio privato, con una mail…). Un autore ha bisogno dei suoi lettori anche per migliorare! Continua a leggere

Un italiano “trasandato”

Il titolo di questo post prende spunto da una frase del buon Tullio De Mauro (uno dei più grandi linguisti italiani) che affermava: “L’italiano della televisione è diventato un italiano trasandato, malissimo usato”. Continua a leggere

Cultura? Sì, grazie.

La scorsa settimana sono andata a vedere un filmetto piuttosto leggero come contenuti di cui non ricordo neppure il nome, lo facevano in uno di questi cinema d’essai poco frequentati che ripropongono film di stagioni passate.

A un certo punto una delle protagoniste di questa pellicola, che è titolare di una libreria storica di Roma, dice questa frase “Si sa, la cultura non paga”. Continua a leggere